Incontro col Pugile

Nonostante la mia ancestrale, inguaribile pigrizia e nonostante le improbabili temperature estive, oggi mi sono faticosamente trascinata fino ad una meta per me ancora sconosciuta: Palazzo Massimo alle Terme. Certo, siamo in zona Termini e chi abita a Roma sa che non è proprio il luogo ideale per passeggiare, ma, superata la diffidenza iniziale, ho 

Continue Reading…

Qwerty: il coraggio di essere liberi

23 agosto 2018. Caldo insopportabile pure oggi. Odio l’estate. Lo so, era il titolo di una bellissima canzone di Bruno Martino, ma per me è assoluta verità: non mi piacciono le giornate interminabili (neanche quando sono in vacanza), odio il sole quando è allo zenit, le strade svuotate dagli ingorghi e dalla fretta, non sopporto 

Continue Reading…

ANDREA FAMA’ RITORNO ALLE ORIGINI

Ci sono opere che scappano dai musei e dalle mostre, andando alla ricerca di luoghi anomali nei quali apparire. Ci sono opere che non rappresentano categorie, perché non si può rappresentare l’intangibile e poi ci sono opere che descrivono esperienze spazio-temporali mutevoli come il tempo. E’ questo è il caso dei lavori di Andrea Famà, 

Continue Reading…

Barbiana ’65 a Venezia Film Festival

“Sono contenta che suo marito non mi abbia dato ascolto!” mi ha detto qualche giorno fa Adele Corradi, professoressa novantaduenne, in occasione della proiezione speciale del film documentario di Alessandro D’Alessandro dal titolo Barbiana ‘65. “Perché ormai Don Milani  è diventato un fossile, come Garibaldi, Mazzini e Cavour. E invece Alessandro è stato determinato ed 

Continue Reading…

16° Quadriennale d’Arte

Promossa e organizzata dalla Fondazione omonima e dell’azienda speciale Palaexpo e allestita al  piano nobile di Palazzo delle Esposizioni, per un totale di 2mila metri quadrati circa, la sedicesima edizione della Quadriennale sì è da poco conclusa a Roma, con un’esposizione di 150 opere. Suddivisa in 10 sezioni ideate da 11 curatori per 99 artisti, le 

Continue Reading…

Superstudio 50

“Crediamo in un futuro di architettura ritrovata, in un futuro in cui l’architettura riprenda i suoi pieni poteri, abbandonando ogni sua ambigua designazione e ponendosi come unica alternativa alla natura.” Così scrivevano, già nel 1969, i fondatori di uno tra i gruppi più influenti delle neoavanguardie, nel panorama artistico mondiale. Parliamo di Adolfo Natalini e 

Continue Reading…

William Kentridge, Triumphs and Laments

In un agosto dalle temperature davvero opprimenti, sotto una canicola nella quale a stento si riesce a respirare, camminando a piedi in quel tratto di Lungotevere che va da ponte Sisto a ponte Mazzini, mi sono casualmente imbattuta nell’ultima, monumentale opera di Kendritge. Non che non sapessi della gigantesca impresa, ma, travolta dalla banale quotidianità, 

Continue Reading…