Paola Marzano: pre-scelta

“Il teatro è l’unico luogo del mondo in cui un gesto, una volta compiuto, non può essere fatto due volte nello stesso modo.”  Le parole del drammaturgo francese Antonin Artaud mi sono ritornate in mente assistendo alla performance di Paola Marzano, realizzata il 17 marzo scorso, presso il Macro di Roma. Il tentativo che da 

Continue Reading…

PINO VOLPINO: BESTIARIO URBANO

Occhi sbarrati. Attoniti. Interdetti. Scrutano il mondo. Osservano l’osservatore. Ultimamente, mi ci imbatto spesso e la sensazione è sempre la medesima: una sorta di disagio che naturalmente avverto quando qualcuno/qualcosa tenta di guardarmi oltre la superficie, in profondità. E’ come se il pudore non bastasse più a difendermi. E la cosa si ripete ogni volta 

Continue Reading…

Fermare il Tempo di Alessandro D’Alessandro

E’ stato per me veramente entusiasmante lavorare come consulente storico-artistica per il film documentario dal titolo Fermare il Tempo, ultima fatica di Alessandro D’Alessandro, dopo la premiazione nel 2017, alla Biennale del Cinema di Venezia, di Barbiana ’65. Si tratta di un viaggio tra le opere di Annamaria Russo, raccontate da Claudio Strinati, nella meravigliosa 

Continue Reading…

La forma del vuoto

All’interno della ricca programmazione culturale del Macro, Museo d’arte contemporanea di Roma, il 4 gennaio, sul maxischermo di fronte all’Auditorium, si è proiettato in loop l’ultimo lavoro, datato 2017, del giovane artista Emiliano Zucchini. Il video, che dura quasi tre minuti, si intitola Void Form ed occupa quello spazio intermedio dell’arte in cui è possibile 

Continue Reading…

Quello che resta

Di solito non mi occupo di libri. Cioè, ne leggo molti, ancor più ne compro, ma sono sempre reticente se mi chiedono di scriverne. Un libro può certamente essere un capolavoro indiscusso (come il mio preferito di Dostoevskij) ma non è detto che, per questo,  piaccia a tutti. Un libro è qualcosa di intimo e 

Continue Reading…

Incontro col Pugile

Nonostante la mia ancestrale, inguaribile pigrizia e nonostante le improbabili temperature estive, oggi mi sono faticosamente trascinata fino ad una meta per me ancora sconosciuta: Palazzo Massimo alle Terme. Certo, siamo in zona Termini e chi abita a Roma sa che non è proprio il luogo ideale per passeggiare, ma, superata la diffidenza iniziale, ho 

Continue Reading…

Qwerty: il coraggio di essere liberi

23 agosto 2018. Caldo insopportabile pure oggi. Odio l’estate. Lo so, era il titolo di una bellissima canzone di Bruno Martino, ma per me è assoluta verità: non mi piacciono le giornate interminabili (neanche quando sono in vacanza), odio il sole quando è allo zenit, le strade svuotate dagli ingorghi e dalla fretta, non sopporto 

Continue Reading…

ANDREA FAMA’ RITORNO ALLE ORIGINI

Ci sono opere che scappano dai musei e dalle mostre, andando alla ricerca di luoghi anomali nei quali apparire. Ci sono opere che non rappresentano categorie, perché non si può rappresentare l’intangibile e poi ci sono opere che descrivono esperienze spazio-temporali mutevoli come il tempo. E’ questo è il caso dei lavori di Andrea Famà, 

Continue Reading…