CATERINA ARCURI: Fonti

C2

Caterina-Arcuri,-Fonti,-2013,-Installazione-ambientale

Arcuri,-Fonti,-2013,-Tralevolte,-Roma,--particolare-dell'installazione23 gennaio – 7 marzo 2014

Associazione culturale TRAleVOLTE, Roma

Caterina Arcuri, eclettica come la produzione artistica di questi anni, opera nel campo della ricerca e della sperimentazione visiva, utilizzando numerosi linguaggi che spaziano dalla videoinstallazione alla fotografia, dalla pittura alle opere plastiche. Osservando  con attenzione i lavori esposti nella galleria TRAleVOLTE, si assiste ad una sorta di cammino creativo che non si accontenta di esprimersi attraverso precise volumetrie modulari, ma si definisce, sublimandosi, in una serie di richiami concettuali. Se per alcuni artisti, infatti, la costruzione di relazioni è una questione principalmente fisica ed empirica, per altri, come per la Arcuri, si tratta di fattori imprescindibilmente legati da implicazioni psicologiche e mentali. E per mettere in rapporto lo spazio geometrico con quello visivo ed esistenziale, utilizza le infinite possibilità offerte dallo specchio. Come scrive infatti la Coltellaro, “la funzione specchiante della sua installazione, in fondo, restituisce ad ogni singolo sguardo la possibilità d’accesso all’universo immaginario individuale, restituendo a ciascuno la possibilità di riappropriarsi di se stesso.” Si tratta di strutture geometriche solide e modulari che vanno rastremandosi verso l’alto, il cui degradare sovrapposto non è altro che una indicazione del proprio sofferto cammino di ascesi e purificazione. Un passo arduo e complesso che si è potuto realizzare solo dopo molti anni di confronti e soprattutto attraverso una dura ricerca di se stessi, volta a riscoprire, anche in chiave antropologica, le proprie origini ed i propri autentici linguaggi. Caterina Arcuri, docente ordinario di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, in questi elementi plastici e metallici, solo apparentemente semplici, compie un progressivo viaggio di sublimazione, in cui il simbolo definisce un tracciato essenziale tra dimensione mistica e arte relazionale.

 

Lascia un commento